A difesa degli uomini.

Ero in vacanza, e con un’amica ci si scambiava opinioni, sui  vari problemi di comprensione con l’ universo maschile… argomento molto diffuso e travagliato  tra le donne.

Ho capito un pò tardi, ma meglio tardi che mai, il significato del titolo di un famoso libro di uno Psicologo americano : “ L’ uomo viene da Marte, e la donna da Venere” se non ho sbagliato pianeti, ma tanto il concetto è sempre quello.

La mia  amica mi ha raccontato una sua personale esperienza, che voglio condividere con voi, perché  può aiutare a comprendere un aspetto degli uomini, e rendere più facile l’ avvicinamento di questi due pianeti, cosi diversi tra loro.

La mia amica vive in America, è abbastanza ricca, ed è sposata da anni. Il marito è andato a Roma prima di lei per affari,  e poi lei lo ha raggiunto  per stare qualche giorno  insieme e fare una vacanza in questa città cosi bella. Cosi è il suo racconto :

“   Io sono arrivata nel suo albergo lussuoso, dove mio marito ha dormito  quasi sempre per tutti e tre i giorni. Non mi ha  portata in posti importanti come mi  aspettavo, e sono stata tutto il giorno  in  giro per l’albergo  a fare shopping, ma io avevo voglia di visitare  e vivere un pò Roma.  Al telefono con mio  fratello , mi sono lamentata della mia  vacanza, tipico delle donne , dicendo :  ma che sono l’ ultima ruota del carro ? , riferendomi  naturalmente all’ atteggiamento che mio  marito aveva avuto con me.

Mio  fratello mi ha  risposto: “ Ma no, non devi pensare questo, è che tuo marito quando sta con te è se stesso. “ allora mi sono rilassata, perché il fatto che con me mio marito può essere se stesso mi ha molto  rassicurata… e non avevo mai visto la cosa sotto questo aspetto.  “

La mia amica, è stata molto felice nel sapere che suo marito era così tranquillo con lei, da sentirsi se stesso, e sentirsi libero di esprimersi come voleva, cosa che spesso con appuntamenti formali e sociali  ciò non è possibile.

Care donne e amiche , tanto siamo un pò  tutte uguali, su certi argomenti, e per questo che mi sento di dire, non drammatizziamo quando il nostro compagno non mette noi e le nostre esigenze davanti a tutto; perché le nostre e non le loro ? chi ha stabilito che le nostre sono più importanti ?

Dobbiamo  vedere un pò questo aspetto, prima di additare uomini tranquilli nel loro ruolo di mariti per uomini tiranni ed egoisti… che pensano solo a loro… evitiamo di dir loro queste cose, possiamo causare che succede  proprio questo per vari motivi.

Facciamo come la mia amica,che   quando ha capito, si è sentita orgogliosa che in sua presenza il suo compagno poteva rilassarsi e sentirsi se stesso e fare quello che veramente desiderava.

Noi non lo abbiamo mai fatto quando ne abbiamo sentito la necessità? non è piacevole ?

Quindi concediamo anche agli uomini il loro universo, senza stressare e prendiamo il lato positivo, e chissà che prima o poi si arriverà a mettere un ponte tra questi due universi, cosi diversi tra loro, dove sia l’uomo  che la donna sono liberi di camminare e comprendere.

 

Commenti

Nessun commento finora.

Invia un commento

 
(Non sarà pubblicata)
 
 
Commento