La legge dell’ affinità…

Più volte si è sentito parlare di quanti miracoli è in grado di fare il potere dell’ affinità o amore…,
delle catene invisibili che dissolve, nella vita, nel mondo e nella nostra mente.

Non c’è persona che non l’ abbia sperimentata un pò, l’ energia dell’ amore, anche per brevi attimi.

Chi non ha fatto i miracoli, per vedere anche per poco, la persona di cui è  innamorata;
o quando di fronte al pericolo, le nostre paure spariscono, sempre per la persona amata, un figlio, un compagno;
un genitore che ci aspetta anche solo per vederci l’ ultimo istante…
Nel mondo tutti i giorni si ripetono cose di questo genere,  questi miracoli, che hanno a che fare con la legge dell’ affinità…

Il mondo è pieno di libri a riguardo, e non c’è da aggiungere  molto, è stato scritto di tutto  e di più…
Ho letto qualche aneddoto molto carino che ha che fare con i bambini, in cui si evidenzia  ciò di cui hanno veramente bisogno , e forse non solo loro e per questo ho piacere a parlare di quest’ argomento.
Al di là del cibo, i bei vestiti, i giocattoli, non dobbiamo dimenticare l’ elemento essenziale nella crescita di un essere, che è l’ amore.

Esporrò due  episodi  molto carini che ho letto su alcuni libri di filosofia.

In un Ospedale, nel reparto di pediatria, i dottori avevano notato accadere un fenomeno ma non riuscivano a spiegarsi il perché.
I bambini che erano in alcuni letti, guarivano sempre prima degli altri bambini.
L’ equipe, si è messa un pò  ad osservare cosa accadeva, come si poteva spiegare questo fenomeno… da giustificare una ripresa più veloce della malattia.
Dopo un pò scoprirono cosa c’era che determinava la differenza nei tempi di guarigione.

Nel reparto, tutte le mattine, andava una vecchietta in veste di volontaria a visitare tutti i bambini ricoverati.
Iniziava dall’ inizio del reparto e terminava sempre alla fine dei lettini, solo che negli ultimi letti, dal momento che il suo giro lo aveva terminato, si intratteneva di più a giocare con i bambini per poi andare via.
Questo era il motivo per cui i bambini che stavano negli ultimi letti, guarivano prima; ricevevano semplicemente più attenzioni, affetto, e non certo medicine.
Cito un’ altro esempio.
Una ricerca fatta a Boston su 40 bambini.
20 di questi bambini presi a caso furono mandati a casa dopo la nascita e tutti loro andarono bene.
Lasciarono gli altri 20 bambini all’ Ospedale e nessuno si avvicinò a loro, eccetto che per dare da mangiare .
I 20 bambini che erano rimasti si ammalarono. Nessuna Affinità.

Ora racconto un aneddoto personale

Una sera, in vacanza in Florida, passeggiavo per strada, ed ho visto una rana piccola di circa 4 cm sull’ erba,  ( qui ci sono le rane per la strada come da noi in Italia troviamo le formiche, e sono di una specie più piccola ) dopo aver vinto la mia paura, non avevo mai toccato una rana nella mia vita  ma era cosi carina e piccola che mi sono avvicinata proprio con il desiderio di toccarla, l’ ho toccata sulla schiena e dato che non è balzata via come mi aspettavo, ho iniziato ad accarezzarla con la punta delle dita dalla testa alla coda, e la ranetta è stata ferma li per un pò di minuti a farsi accarezzare.

In quel momento ho pensato che la ” legge dell’ affinità ” funziona anche con le rane…

Conclusione, potremmo fare i miracoli tutti i giorni, e lasciar riposare una persona molto importante
( Dio ) , e disturbarlo solo nei casi più necessari, se solo ci ricordiamo di quanta energia dissolve una manciata di amore puro.

 

Commenti

Nessun commento finora.

Invia un commento

 
(Non sarà pubblicata)
 
 
Commento